black-and-white-family-picture-gallery

Se gli scrittori hanno la sindrome da pagina bianca, chi ha una casa da arredare ha la sindrome da parete bianca (o tortora o carta da zucchero o di qualsiasi colore abbiate deciso di dipingerla). Cosa appendere alle pareti e, soprattutto, come?

family-gallery-photo-wall
Innanzitutto, è necessario pensare all’aspetto che vogliamo dare alla parete e a tutta la stanza e quindi fare un progetto.

Il primo passo da fare è radunare tutto ciò che vogliamo appendere – quadri, stampe, fotografie – prendere carta, matita e righello, disegnare in scala la parete e poi disegnare una possibile disposizione degli oggetti da appendere, dopo averli misurati.

wall-gallery-of-family-pictures2Il secondo step è la valutazione dell’armonia visiva di del gruppo di fotografie e quadri che vogliamo appendere, staranno bene insieme? Per farlo, possiamo fare degli esperimenti semplicemente disponendo gli oggetti uno accanto all’altro sul pavimento, così come pensiamo che potremmo appenderli al muro. Una buona idea è fotografare ogni prova in modo da ricorda tutte le possibili disposizioni e poi scegliere quella che ci convince di più.

A questo punto dobbiamo pensare alle cornici. Vogliamo una parete ordinata e omogenea o preferiamo puntare sul mix&match? Nel primo caso dovremo acquistare cornici simili nel materiale e nel colore, nel secondo caso possiamo sbizzarrire la fantasia facendo attenzione, però, a non esagerare.

black-and-white-photo-gallery-wall1

Bene, tutto è pronto: possiamo procedere ad appendere i nostri quadri e le nostre foto. Un ultimo consiglio è quello di ritagliare della carta velina nelle dimensioni dei quadri che vogliamo appendere e attaccarla al muro con dello scotch al loro posto. Questo espediente ci darà un’ultima conferma sulla disposizione che abbiamo pensato e ci guiderà nel posizionare i chiodi.

Buon lavoro!

19 Gennaio 2015 Postato in: Come arredare, Tutti gli articoli Tag: